BOOK REVIEW: Matched – La Scelta (Matched) by Ally Condie

MATCHED – LA SCELTA

(titolo originale Matched) autore Ally Condie

Recensione scritta da Deborah Epifani

Matched è un romanzo distopico young adult (godibilissimo anche per gli adulti romantici) che
mi ha profondamente colpita e ammaliata. Lo dico subito, perché su Matched si è detto di tutto: l’ho
trovato meraviglioso!
Sebbene abbia avuto l’impressione che in molti casi la critica si sia fin troppo sprecata nello
scovare richiami continui più o meno palesi a romanzi precedenti – in primis 1984 di George Orwell
– Ally Condie è riuscita a magnetizzarmi alle sue pagine, una dopo l’altra. Scritto in prima persona
al presente storico, con uno stile semplice e fluido, similitudini e paragoni ricchi di romanticismo
e personaggi ottimamente caratterizzati, Matched non è soltanto un romanzo introspettivo (l’azione
è comunque presente quasi in egual misura, sebbene non abbia particolari slanci): è una storia per
sognare e riflettere.
Mentre ci si addentra pian piano nel mondo asettico, puro, ben congeniato di Matched, dove ogni
cosa, dal cibo alla propria morte, è deciso dalla Società per il bene del cittadino e di tutto il sistema,
ci si appassiona con facilità alle vicende di questa ragazza perfettamente inserita nel suo ruolo e
nelle sue competenze, desiderosa solo di continuare a vivere la sua “perfezione programmata” per
godere di una vita lunga e appagante. Niente può andare storto se la Società la protegge e si prende
cura del suo benessere.
Questa è l’incondizionata fiducia nel sistema in cui vive Cassia.
Finché un apparente errore dello stesso sistema non la porta a guardare con occhi diversi.
Finché la morte del Nonno e l’eredità culturale che le affida non scuotono le certezze con cui è
nata e cresciuta, facendole crollare una a una, permettendo finalmente a Cassia di VEDERE, di
CREDERE. In una parola, di VIVERE.
È da quel momento in poi che Cassia si pone delle domande, un legittimo diritto umano a cui
non era abituata, a cui nessuno ormai è più abituato, assuefatto all’obbedienza cieca di una vita solo
illusoriamente perfetta. La forza sovversiva e saggia del Nonno e le parole di una poesia proibita
ma coraggiosamente salvata all’interno di un portacipria, faranno da sfondo a tutto il romanzo,
spronando Cassia a “non andarsene docile”, a lottare, a scoprire la propria individualità, a scoprire
sogni, desideri, nuovi modi di vedere: una bella metafora della crescita (dall’adolescenza alla fase
adulta) in chiave fantastica.
Accanto a lei, affascinante nel suo misterioso passato e nelle sue paure, troviamo il giovane Ky,
che sa scrivere in corsivo, tenere un segreto, mentire per sopravvivere… e insegnare a Cassia ad
amare davvero, imparandolo a sua volta da lei
Trovo sia un romanzo molto attuale per diverse ragioni (non ultime, grazie al taglio distopico,
quelle socio-politiche), ricco di spunti su cui riflettere. Belli e significativi sia l’effetto sfuocato del
titolo sulla cover, sia l’immagine della stessa (ottima, a mio avviso, la scelta di mantenere quella
originale).
Matched è il primo episodio di una trilogia urban fantasy (ma dalle note romance davvero
struggenti) di cui attenderò con impazienza il seguito; credo che mi resterà dentro per molto tempo.
Consigliato se cercate una storia romantica su uno sfondo introspettivo e personaggi
incredibilmente vividi nella loro “semplice umanità”.

Quarta di copertina:

In the Society, Officials decide. Who you love. Where you work. When you die.

Cassia has always trusted their choices. It’s hardly any price to pay for a long life, the perfect job, the ideal mate. So when her best friend appears on the Matching screen, Cassia knows with complete certainty that he is the one… until she sees another face flash for an instant before the screen fades to black. Now Cassia is faced with impossible choices: between Xander and Ky, between the only life she’s known and a path no one else has ever dared follow — between perfection and passion.

Matched Trilogy

Matched (2010)

Crossed (2011)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: